[vc_row css_animation=”” row_type=”row” use_row_as_full_screen_section=”no” type=”full_width” angled_section=”no” text_align=”left” background_image_as_pattern=”without_pattern”][vc_column][vc_column_text][dropcaps type=’normal’ font_size=’65’ color=’#006a2e’ background_color=” border_color=”]I[/dropcaps]l piede cavo è una malformazione congenita o acquisita, che consiste in una eccessiva accentuazione dell’altezza dell’arcata plantare. I soggetti principalmente colpiti, sono le donne, soprattutto quelle che fanno tanto uso di calzature “scomode” (tacchi ecc) che a lungo utilizzo possono modificare la forma del piede.

 

Quali sono i sintomi del piede cavo?
In alcuni casi il piede cavo è asintomatico. Il principale segno di un piede cavo è l’arco plantare accentuato. Altri sintomi sono l’arrossamento e l’ispessimento della pelle nella sola parte esterna del piede, che diventa callosa e dura. La persona ha difficoltà a camminare. Tale condizione nella fase di sviluppo del bambino, va sempre costantemente monitorata perché può comportare anche una tendenza al ginocchio valgo e mal di schiena frequenti.

 

Quali sono le cause del piede cavo?
Una delle cause del piede cavo è la familiarità, ovvero, una predisposizione genetica.
Si parla di piede cavo acquisito è provocato da cause non sempre patologiche, come calzature troppo corte o calzature con tacchi troppo alti , che possono piegare a uncino le dita e incavare in modo esagerato l’arco plantare. Alcune delle attività sportive possono provocare l’accentuazione eccessiva dell’arco plantare.
Si parla di piede cavo neurologico quando è legato a patologie neurologiche ovvero: paralisi poliomielitica, paralisi spastica, nella malattia di Friedreich, malattia di Charcot-Tooth, che possono provocare la paralisi del muscolo.
Si parla di piede cavo secondario , quando deriva da processi patologici, come l’artrite reumatoide, da esiti chirurgici o altri danni ai muscoli e ai tessuti del piede.

 

Primo Intervento
Si consiglia l’utilizzo di scarpe con suola morbida.

 

Quale Specialista
In questi casi è opportuno rivolgersi ad un medico Ortopedico.

 

La cura
La cura del piede cavo si differenzia sempre in base causa scatenante, della gravità dei sintomi e del grado di “cavismo”. Il medico ortopedico deciderà se intervenire chirurgicamente o semplicemente adottare delle ortesi plantari

 

Come prevenire il piede cavo?
La prevenzione delle piede cavo si ottiene facendo attenzione, a scegliere calzature appropriate, soprattutto nel caso delle donne, evitando scarpe troppo corte o con tacchi troppo alti, per evitare che a lungo andare possano modificare la forma dell’arcata plantare.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]